Home / Blog / Ricette / Senza categoria / Senza lattosio / Biscotti Con Pinoli E Uvetta

Biscotti Con Pinoli E Uvetta

30 Aprile 2015

di Emanuela Caorsi

biscotti-pinoli-uvetta
Il mio “carbonizzatore” è finalmente diventato un forno!!! Non mi sembra vero!
Io devo ancora capire come mai io abbia aspettato “solo” 5 anni per decidermi a chiamare un tecnico. Sono proprio rintronata! Il termostato Emanuela, era semplicemente il termostato. Un marchingegno piccolo piccolo che è stata la causa di carbonizzazioni a catena. Grrr! I biscotti che i forni normali cuociono a 180°C per 15-20 minuti, nel mio cuocevano a 100°C e dopo 5 minuti c’era già l’odore di fumo che aleggiava in cucina. Ma io lo fregavo eh, con la carta forno sopra riuscivo a cuocerli ancora 7-8 minuti senza che si bruciassero del tutto. Si, ma che vitaccia! Mi dovevo piazzare li, vicino al forno e controllare ogni minuto come stessero i biscotti: un patimento.
Ma oggi finalmente…funziona!!! Ho finalmente un forno normale ache io! Non immaginate che soddisfazione aver potuto impostarlo a 180°C. Non mi sembra ancora vero.
E così oggi posso darvi la ricetta di questi biscotti che secondo me sono divini. Velocissimi da preparare: bastano una ciotola e un cucchiaio e via, nel giro di dieci minuti sono pronti per andare in forno! Buonissimi da soli, nel tè o nel mandorlatte. Fate solo attenzione perché uno tira l’altro e poi un altro e un altro ancora. E poi ancora uno…
Potete usare questa ricetta come una base per tutti i biscotti che vorrete fare: potrete cambiare le farine, sostituire uvetta e pinoli con ciò che preferite (nella foto ci sono anche quelli che ho fatto con cranberries, noci e pinoli) oppure aggiungere cannella, cacao o quello che vi piace di più nell’impasto. Insomma, consideratela una ricetta di partenza e sbizzarritevi! Seguendo i piccoli consigli che troverete nelle note della ricetta, il risultato è assicurato!
Per maggior chiarezza, aggiungo anche qui le note relative a possibili sostituzioni:

  • Potete sostituire l’olio di cocco con l’olio extravergine di oliva, utilizzandone però solo 30 ml (circa 30 gr) anziché 60 gr. Aumentate però la dose di latte vegetale fino a 120-140 ml. Rimangono leggermente più duri, ma il sapore è ottimo. L’olio di cocco, essendo simile al burro come struttura li rende più croccanti e friabili.
  • Potetete anche farli senza olio aumentando la dose di latte vegetale di circa 50-60 ml. Aggiungetela poco per volta. Anche questi saranno leggermente più duri, ma il sapore sarà praticamente invariato.
  • Potete sostituire lo zucchero di cocco con lo zucchero di canna integrale muscovado (io uso quello di Altro Mercato)
  • Potete sostituire la farina di tapioca con la fecola di patate. Non omettetela perché rende il biscotto più fragrante
  • Potete sostituire le altre farine con qualsiasi farina vogliate (prediligete quelle integrali, con o senza glutine). Io ho fatto le seguenti prove: ho sostituito la farina di grano saraceno con ugual peso di quella di riso integrale, ho sostituito quella di ceci con ugual peso di quella di miglio (quindi in totale 100 gr di farina di miglio) e viceversa, niente farina di miglio, ma solo farina di ceci. In ogni combinazione sono venuti buonissimi!
  • Potete sostituire l’uvetta con cranberries, prugne secche a pezzetti o datteri e i pinoli con la frutta a guscio che preferite (nocciole, mandorle, noci, noci pecan, noci di macadamia, ecc.)

EmanuelaCaorsi-biscotti-pinoli-uvetta

Avete mai sentito parlare della vitamina L?

No?! Non preoccupatevi, non siete gli unici! Anche io, prima di scoprirne l’esistenza leggendo il mio libro di Nutrizione, non ne conoscevo l’esistenza.
La lettera “L” sta per LOVE (amore). Si avete capito bene. Secondo lo studioso dell’umanità Bethany Argisle, uno dei più importanti nutrienti che ci garantiscono di essere in perfetta salute è una “dose” giornaliera di AMORE. E se ci pensate bene, non ha mica tutti i torti. E l’amore non è solo inteso come l’amore del proprio ragazzo, compagno o marito, ma anche l’amore dei nostri genitori, dei nonni, di fratelli e sorelle, degli amici e dei propri figli. 
L’amore delle persone a cui vogliamo bene ci fa tornare il sorriso quando pensiamo di averlo perso per sempre, ci fa guarire quando non stiamo bene, ci da energia e serenità. 
La vitamina L fa benissimo al cuore, all’apparato digerente (quando siamo felici mangiamo con più appetito, quando invece siamo arrabbiati o tristi viene quel famoso “nodo allo stomaco” che non ci fa digerire neppure una nocciolina), e al sistema nervoso.
Vitamina L è la miglior cura in caso di depressione, tristezza, paura, insicurezza, rabbia e dolore.
E le dosi? L’autore (Elson M.Haas) consiglia: “4 abbracci al giorno sono necessari per prevenire una possibile carenza, 6 abbracci al giorno per mantenere il livello stabile e 10 abbracci al giorno per costruire delle scorte”.
Tutto il nostro corpo lavora semplicemente meglio quando c’è AMORE.
 

BISCOTTI CON UVETTA E PINOLI / GF + VEG

Ingredienti.
150 gr di farina di grano saraceno
50 gr di farina di miglio
50 gr di farina di ceci
50 gr di farina fine di tapioca o maizena (amido di mais)
60 gr di olio di cocco
100 gr di zucchero di cocco
100 ml di latte di mandole/anacardi/macadamia/o latte vegetale a scelta
100 gr di uvetta
60 gr di pinoli
Procedimento.
Mettete in ammollo in acqua tiepida l’uvetta.
Fate sciogliere a bagnomaria l’olio di cocco (impiegherà molto poco. Tenete il fuoco basso mi raccomando).
Preriscaldate il forno a 180°C e rivestite una teglia con della carta da forno.
Versate in una ciotola capiente le farine e lo zucchero e mischiate con un cucchiaio da cucina. Aggiungete l’olio di cocco fuso e mescolate, aggiungete quindi il latte vegetale e mescolate ancora: il composto sembrerà un’insieme di briciole sconnesse. Va bene così!
Sciacquate e strizzate bene l’uvetta e aggiungetela all’impasto. Aggiungete anche i pinoli.
Ora impastate con le mani di modo che uvetta e pinoli vengano incorporati. Ottenere una palla leggermente umida.
Con le mani o con l’aiuto di un cucchiaio prendete una quantità di impasto poco più grande di una noce, formate in modo molto sommario una pallina e poi schiacciatela. Riponetela su una teglia rivestita di carta da forno. Se necessario appiattiteli ancora un pochino.
Continuate così fino a finire l’impasto. Dovreste ottenere una quindicina di biscotti.
Infornate in forno già caldo per una ventina di minuti.
Note.
– Se volete potete spolverare la superficie con un pochino di zucchero di cocco che caramelliizzerà sulla superficie.
– Potete sostituire lo zucchero di cocco con zucchero integrale di canna.
– Potete sostituire la farina di grano saraceno con quella di riso integrale e usare 100 gr di farina di ceci oppure 100 gr di farina di miglio anziché 50gr di miglio e 50gr di ceci. Lascerei però invariata la dose di farina di tapioca, che può essere però sostituita con fecola di patate.
– Potete sostituire l’uvetta con i cranberries (o anche prugne e datteri) e i pinoli con le noci (o la frutta a guscio che vi piace di più).