Home / Blog / Alimentazione / Rimedi Naturali Contro La Candida Intestinale E Vaginale

Rimedi Naturali Contro La Candida Intestinale E Vaginale

28 Dicembre 2016

di emanuela

Oggi parliamo di Rimedi Naturali contro la Candida Intestinale e Vaginale, ma prima di entrare nel vivo dell’articolo Ti invito a leggere l’articolo più recente: “Come ho eliminato la candida Naturalmente” in cui spiego quali siano gli step che ho seguito per eliminare la candida, quali siano i rimedi naturali più efficaci e quali siano gli alimenti “permessi” e quali, invece, sia meglio evitare completamente.

Trovi tutto spiegato in maggior dettaglio nel mio ebook Candida Reset che ha già aiutato centinaia di persone a stare meglio.

 

Articolo del 28 Dicembre 2016

Oggi continuo a parlarvi di come combattere la candida naturalmente. In questo e questo post vi ho parlato di cosa sia, di quali siano i sintomi e della dieta per tenerla a bada. Oggi vi parlerò dei rimedi naturali contro la candida.


RIMEDI NATURALI CONTRO LA CANDIDA

Premessa: se avete ricorrenti episodi di mughetto (candida in bocca) o candida vaginale, ma anche cistiti frequenti, e pancia sempre gonfia è possibile che abbiate un proliferare di candida nella sua forma “tossica” di fungo anche nell’intestino. Agire su quest’ultima è l’unico modo per non avere più recidive di alcun tipo.

I seguenti rimedi naturali contro la candida sono potenti antifungini da assumere per bocca e da utilizzare localmente.

  • Acido caprilico. E’ uno dei tre acidi grassi contenuti nell’olio di cocco, insieme a acido caprico e acido laurico. Pare che l’acido caprilico riesca a penetrare la membrana cellulare della candida facendola poi morire. Oltre ad aiutare a ridurre la popolazione di candida, l’acido caprilico nutre la flora batterica buona rendendola più forte e “combattiva” nei confronti della candida.
  • Estratto di semi di pompelmo. E’ un potente antimicotico e antiparassitario.
  • Aglio. (sia fresco che in pastiglie) Inibisce la crescita e la riproduzione della candida. (Importante: se state prendendo medicine come fluidificanti non prendete l’aglio perché fluidifica il sangue)
  • Olio di origano. E’ uno dei più potenti antimicotici presenti in natura. Ha anche proprietà antivirali, antibatteriche e anti-infiammatorie.
  • Curcuma. Con il suo principio attivo, curcumina, aiuta a inibire la riproduzione della candida.
  • Cannella. L’olio estratto dalla cannella ha la capacità di perforare la membrana cellulare della candida e di farla esplodere.
  • Tabebuia (Pau d’arco). Contiene una sostanza, lapacolo, che inibisce la riproduzione della candida.
  • Zenzero
  • Tea tree oil. Personalmente lo uso per lavaggi vaginali e non lo ho mai assunto per bocca.
  • Argento colloidale. Potentissimo antibatterico, antivirale e antimicotico.

 

Quando iniziare ad utilizzare i rimedi naturali contro la candida?

Premessa: Se decidete di intraprendere un percorso per eliminare la candida dovete armarvi di santa pazienza perché non è una passeggiata, ma anche durante il percorso vi sentirete così bene, che non vi peserà. Lo giuro!

Poiché quando la candida muore libera molte tossine, è importante che i canali che devono eliminarle siano pronti per farlo, in primis il colon. Questo significa che prima di iniziare a prendere degli antimicotici sarebbe opportuno seguire una dieta basata su verdure crude e cotte, cereali senza glutine (grano saraceno, miglio, quinoa, amaranto, riso integrale) -circa 70 gr al giorno) e oli vegetali (olio di cocco, di oliva, di semi di canapa e semi di lino) per almeno una settimana. In questo modo date un po’ di tregua all’apparato digerente e iniziate a privare la candida dei suoi cibi preferiti, gli zuccheri. Inoltre, questo tipo di alimentazione dovrebbe favorire l’evacuazione. Si, insomma, avete capito, dovreste fare un sacco di cacca così che l’intestino sia pronto ad eliminare tutte le tossine che la candida libererà non appena inizierete a prendere gli antimicotici.
Ricapitolando, iniziate a prendere gli antimicotici dopo una settimana di dieta anticandida super stretta – se riusciste a fare anche solo 5 giorni di sola verdura e oli vegetali sarebbe il top.

Quale rimedio naturale contro la candida scegliere? In che quantità assumerlo? Per quanto?

Per le dosi, il tipo di antimicotico da prendere e la durata è importante che siate seguiti da una Nutrizionista Olistica, da un Naturopata o da un medico omotossicologo. Le “terapie” fai da te non sempre funzionano.
E’ importante iniziare con piccole dosi per poi aumentarle, questo perché quando la candida muore, come ho scritto prima, libera molte tossine che entrano in circolo e devono essere prontamente eliminate dal nostro corpo. Queste tossine possono acutizzare i sintomi e creare delle “crisi” sopportabili, ma che possono essere fastidiose. Evitare di iniziare con dosi massicce fa sì che le “crisi” siano più dolci e sopportabili.
Per esempio, durante la prima settimana della nuova cura che sto facendo, ero molto stanca: alla sera ero uno straccio e l’energia per fare esercizio non c’era neanche a pagarla peso d’oro.
Altri sintomi possono essere mal di testa, nausea, mal di pancia, mal di stomaco. Insomma, tutti i vostri malesseri potrebbero acutizzarsi per qualche giorno, ma non abbiate timore, spariscono in fretta!

Visto che la candida è tremenda e diventa resistente agli antimicotici, può essere utile ruotarli. Si può utilizzare un mese uno e un mese un’altro, oppure usarne uno un giorno, un’altro il secondo e un’altro ancora il terzo. Oppure fare un mix.

Ho personalmente provato moltissimi di questi integratori come acido caprilico, estratto di semi di pompelmo, olio di origano e aglio, ottenendo benefici per un periodo.
Credo che la mia candida fosse così radicata perché ci ho convissuto per più di un anno senza che nessuno la diagnosticasse. Diciamo che credo che avesse avuto tempo per devastarmi per bene prima che, studiando sui miei libri di testo, mi rendessi conto di averla.
Non tutte le persone hanno recidive violente come le mie, quindi per alcune una dieta anti-candida seguita senza sgarrare per 3 mesi insieme ad antimicotici e all’ultima fase che leggerete presto, può essere la soluzione definitiva. Yeah!

 

IL RIMEDIO NATURALE CONTRO LA CANDIDA VAGINALE

Se avete continue infezioni da candida vaginale, provate con questo rimedio che seconde me è portentoso. E’ un mix che ho ideato io unendo diversi consigli letti qua e là e devo dire che è molto efficace.

Hai bisogno di un sacchetto per enteroclismi (lo trovi in farmacia: è dotato di una sacca, un tubo e due cannule, una corta per il sederino e una lunga per la patatina) – usa quella lunga.

500 ml di acqua filtrata o in bottiglia (non usare l’acqua del rubinetto!)
3 cucchiai di yogurt di capra biologico con fermenti lattici vivi*
5 gocce di tea tree oil

Frulla l’acqua con lo yogurt (puoi anche mischiarlo con un cucchiaio, ma noto che una frullata lo distribuisca meglio).
Versa l’acqua nella sacca facendo attenzione che il tubicino sia chiuso (la valvoletta deve essere perpendicolare al tubo).
Aggiungi le gocce di tea tree oil e mescola con la cannula.
Infila la cannula delicatamente in vagina e gira la valvoletta di modo che sia parallela al tubo: l’acqua inizierà a fluire.

Le prima volte noterai che la cannula fa fatica ad entrare perché l’infiammazione interna fa gonfiare le pareti. Con il passare dei giorni, la situazione migliorerà notevolmente.
Fallo per almeno una settimana al mattino e prima di andare a dormire.

(*) Puoi sostituire lo yogurt di capra con quello vaccino, ma accertati che sia biologico e megaro eche abbia i fermenti vivi e attivi -non userei yomo o activia per intenderci!-
Non sostituire lo yogurt di capra con yogurt di soia! Se sei vegan, compra delle capsule di lactobacillus acidophilus vegan in farmacia e aprine una e mescolala all’acqua e al tea tree oil.
E’ molto importante aggiungere lo yogurt (o il lactobacillus acidophilus) sia per creare un ambiente sfavorevole al proliferare della candida, ma anche per evitare che le mucose vaginali possano seccarsi troppo usando solo acqua e tea tree oil.